.
 .
 .
 .
 .

 .  .
  punto 

Il punto di partenza...

 

 

  punto 

Il punto di partenza...

 

 

Invia ad un amico   Stampa Pagina

Sei in: News ed Eventi > Dicono di Noi > Dicono di Noi

Dicono di Noi

Mamma e Papà scolari per un giorno Iniziativa dell'asilo "S.M. Immacolata" Jesolo Lido

02 aprile 2012

Ritornare bambini per un giorno. Andare con loro a scuola assoggettandosi alle sue regole, lavorare con loro, pranzare con loro. A sentire i genitori che l'hanno vissuta è un'esperienza da provare che lascia il segno.

Si tratta del progetto "scuola aperta" per l'infanzia "S.M. Immacolata" della parrocchia "S.M. Ausiliatrice di Jesolo Lido propone ormai da nove anni ai genitori. " A gruppetti di nove/dieci persone - spiega Giorgia Rodighiero, insegnante e responsabile della scuola - chiediamo ai genitori di venire a trascorrere un giornata con i loro bambini e lasciarsi coinvolgere nei laboratori, nei giochi, nel prianzo.E' un esperienza attesa dai bambini e dai genitori. E non vengono solo le mamme, ma anche i papà".

Tutti in laboratorio. La giornata inizia puntuale, secondo gli orari consueti. I genitori entrano in laboratorio e con i loro bambini eseguono i lavori programmati. I più piccoli hanno ralizzato delle cornici, i medi si sono cimentati a confezionare vestiti per i personaggi di Biancaneve che poi hanno messo in scena nel pomeriggio, mentre i più grandi sono stati impegnati con il Kamishiabi ed hanno realizzato due storie, Pinocchio e Peter Pan. Poi il pranzo insieme, con i bambini che servono a tavola secondo i turni stabiliti.

Un osservatorio priviligiato. " Per me - riprende la responsabile della scuola - e le mie colleghe insegnanti Cristina e Debora, queta esperinza è un osservatorio importante per guardare i genitori, per vedere come i bambini , in presenza di mamma e papà, spesso cambiano l'attegiamento. Insomma si capiscono molte cose". "E' una cosa bella da provare - sottolinea papà Tiziano - perchè si stabilisce con il bambino un rapporto che poi continua anche a casa.

E poi viene fatto di chiederci: perchè i bambini a scuola seguono le regole e a csa no? E' una riflessione che dobbiamo fare come genitori". " E' bello perchè entri nel loro mondo - interviene mamma Irene - fatto di giochi, di apprendimento ma anche di regole che i bambini accettano come un fatto normale". Quello del rispetto delle regole, è uno dei dati più osservati dai genitori, come quello dell'autonomia che i bambini dimostrano fuori dall'ambiente di casa, come ad esempio , a tavola, durante il pranzo. "E' utile poter vedere cose fanno i bambini a scuola - sottolinea Maria Pia - notare come le maestre hanno autorevolezza e riescono a farsi ascoltare.". Mamma Giovanna aggiunge: "Dobbiamo essere disponibili a lasciarci mettere in discussione come genitori da questa esperienza, anche perchè fare i genitori è una ricerca continua".

Questo progetto aiuta anche il rapporto tra i genitori. Lo sottoliena Silvia, mamma con due bambini a scuola: " E' un'occasione anche per fare gruppo tra i genitori perchè lavorare assieme, come è stato il caso per la rappresentazione teatrale di Biancaneve, crea un bel rapporto che continua anche dopo". "Siamo sempre in casa - ribadisce mamma Desirèe - almeno queta è un opportunità per conoscersi e creare nuove amicizie". Se questo progetto "scuola aperta" dura da nove anni è segno che funziona sia per i genitori che per la scuola che proprio sulla collaborazione delle famiglie ha un suo caposaldo.  "E' una scelta che viene ribadita anche dalla nuova gestione che la parrocchia S. Maria Ausiliatrice di Jesolo Lido ha affidato dallo scorso anno alla Società Cooperativa Sociale "Il Portico". (G.P.R.)

Tratto da Gente Veneta del 31.03.2012


news pubblicata il 02 aprile 2012

 
<
1234
 
ritorna