.
 .
 .
 .
 .

 .  .
  Tutela  

Costruire nuove relazioni

 

 

Invia ad un amico   Stampa Pagina

Sei in: Tutela > La Dimora

Comunita' educativa per Minori " La Dimora"

 La Dimora

 

   

COME SI ACCEDE 
I Servizi interessati possono rivolgersi alla segreteria della Cooperativa sociale "Il Portico" a San Donà di Piave Venezia in via Feltre n° 3 telefono 0421.333242 per avere un primo contatto con il coordinatore, il quale fornirà spiegazione sulla procedura seguita nelle richieste di inserimento.

San Donà di Piave - VE - Tel. 0421/333242

 

 

La Comunità Educativa per Minori "La Dimora" (L.R. 22/2002 con prot. n.47998 del 30/11/09, Comune di San Donà di Piave) è situata in zona verde e tranquilla del Comune di San Donà di Piave (VE), in via Jutificio n.7, a pochi chilometri dal centro cittadino ed è un servizio con finalità di accoglienza temporanea del minore il cui nucleo familiare di origine sia impossibilitato o incapace ad assolvere al proprio compito, offrendogli un sostegno educativo e assistenziale.

La Comunità Educativa per minori si propone come luogo fisico e relazionale caratterizzato da un clima di familiarità, nel quale il minore possa intrecciare la propria storia con quella delle altre presenti e rielaborare i propri sentimenti e le proprie esperienze, offrendo un affiancamento affettivo ed educativo che consenta al minore stesso di sviluppare una nuova appartenenza.

Metodologia

La Comunità Educativa si presenta come ambiente all'interno del quale sostenere lo sviluppo e il percorso di crescita dell'identità del singolo minore. Tale percorso pone al centro il minore in quanto persona inserita in una realtà di relazioni sia all'interno che all'esterno del luogo di ospitalità. in virtù di ciò, l'approccio teorico di riferimento sarà quello sistemico - relazionale in quanto considera il singolo quale essere unico inserito in diversi sistemi di relazione. L'osservazione delle dinamiche che si vengono a creare tra le persone nei diversi contesti, l'attenzione alla comunicazione verbale e non verbale, consentono di individuare e di intervenire sui significati propri dell'individuo e delle situazioni.

Obiettivi

La Comunità Educativa persegue i seguenti obiettivi:

  • offrire e assicurare un luogo adeguato ad uno sviluppo evolutivo armonico del bambino;
  • garantire un affiancamento affettivo;
  • promuovere un positivo inserimento nella scuola e nei luoghi di socializzazione;
  • porre il minore come persona, al centro di tutti gli interventi attuati;
  • avviare e consolidare i rapporti con le agenzie del territorio.

Operatori

La Comunità Educativa per Minori "La Dimora" si avvale delle seguenti figure:

  • Responsabile: svolge compiti di indirizzo e sostegno tecnico al lavoro degli educatori e degli altri operatori (ausiliari, tirocinanti e volontari). Mantiene i rapporti con i Servizi di riferimento dei minori e predispone colloqui con i minori e quando concordato con i Servizi, anche con la famiglia;
  • Educatori: rappresentano il soggetto principale; svolgendo una funzione educativa e di accoglienza sono protagonisti dell'intervento con i minori, attraverso la quotidianità concretizzano le azioni previste dal Progetto Educativo Individuale. Uno degli educatori svolge anche funzioni di coordinatore;
  • Ausiliari: garantiscono quotidianamente un ambiente accogliente sotto il profilo igienico;
  • Tirocinanti: permettono di mantenere una collaborazione con il territorio e di organizzare attività mirate alle necessità dei minori;
  • Volontari: sono rappresentati da persone singole e/o famiglie, affiancano e supportano il personale educativo nello svolgimento delle attività quotidiane nei tempi e modi stabiliti dall'équipe educativa

Destinatari

La Comunità Educativa può ospitare 8 bambini/ragazzi con fascia di età compresa fra 0 e 18 anni di entrambi i sessi, inviati dai Servizi competenti dei Comuni e/o dalle Aziende Socio-Sanitarie Locali.

La durata massima di permanenza del minore in struttura è stabilita indicativamente in 24 mesi (L.149/01), tiene conto delle necessità del singolo soggetto e del Progetto Educativo Individuale.

Il Responsabile si riserva la possibilità di decidere in merito all'accoglienza e all'ospitalità di minori con caratteristiche diverse da quelle sopra enunciate, tenendo conto delle informazioni relative alla situazione specifica del minore in oggetto.

Il Responsabile si riserva di decidere per l'accoglienza in modalità diurna nel caso di non copertura dei posti residenziali previsti

Soggetti di riferimento

Nello svolgimento delle proprie attività, il servizio collabora con gli uffici competenti delle Aziende Socio Sanitarie Locali e dei Comuni della Zona, oltre che con le scuole e i Centri di Formazione Professionale presenti nel territorio. Inoltre si avvale dell'appoggio di altre strutture pubbliche o private per quanto concerne possibili trattamenti terapeutici o di sostegno psicologico.

Infine, la Comunità Educativa per Minori "La Dimora" ha costruito, e sta implementando, una rete di collaborazioni con associazioni sportive/ricreative di volontariato in modo da offrire ai propri utenti una vasta gamma di proposte ludico/educative.